Flash player --> Click here to download

Stemma
SULLA SICILIA

Impressioni

    Quando le coste apparvero ai Greci in cerca di nuovi lidi dove portare la loro regola ed il loro pensiero, il cuore del Mediterraneo prese a pulsare.
    Ed iniziò quindi ad irradiare cultura, come un organo vitale dell'Umanità, in grado di assorbire, filtrare e amplificare ogni elemento di evoluzione.
    Sorsero i grandi templi e i vasti teatri ad accogliere ideali divini e poesia.
    Un susseguirsi di civiltà unico al mondo che ha lasciato ogni traccia più grande e più intensa che altrove.
    La natura spesso solitaria e ribelle emerge come macchia o come tappeto verde, tra lo sgorgare di fiumi e ruscelli, da montagne silenziose, che si subordinano all'autorità del gigante vulcano.
    L'Etna si erge come braciere inestinguibile, con le sue vampe rossastre ed i suoi fumi densi, a ricordare l'incessante presenza di un'interiorità terrestre viscerale.
    Tutto è più vivo e più forte, le tinte e i contrasti ed i sapori e i profumi.
    E la magnificenza degli stili che si accavallano, ora fondendosi, ora concorrendo.
    Ellenici, gotici, bizantini, arabi, normanni, e poi, dal Rinascimento oltre il Barocco, in un trionfo di forme e di decorazioni, contornate da un azzurro di cielo incommensurabile.
    Si posano, gli occhi, sulle sabbie silicee, bianchissime e sottili, mentre il mare cristallino si porta gli echi di epiche odissee, nel vento salmastro di scirocco.
   


VIDEO1

  Flash player --> Click here to download

SICILIA
SICILIA
DA VISITARE

Villa Romana del Casale

    Si tratta di una sontuosa abitazione tardo-romana, i cui resti sono situati nei pressi di Piazza Armerina (EN), in Sicilia.
    Dal 1997 fa parte dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.
    Costruita tra la fine del sec. III e l'inizio del sec. IV d.C., per la grandiosità degli ambienti e la ricchezza delle decorazioni, appartenne certamente ad una personalità altolocata della gerarchia dell'Impero Romano, se non addirittura allo stesso imperatore Massimiano o al figlio Massenzio.
    Abitata anche in epoche successive, deve il suo stato di conservazione ad una valanga di fango che in epoca medievale la coprì quasi totalmente.
    La planimetria della villa risulta molto articolata: da un grande peristilio centrale, si dipartono la zona residenziale e le aree di rappresentanza, tra cui la grande basilica, il peristilio ellittico adiacente ad una vasta sala trilobata ed un complesso termale.
    La fama della villa è legata soprattutto ai magnifici mosaici del pavimento, in tutte le sale, che sono di una ricchezza e di una varietà tale da non avere eguali al mondo.
    Tra gli splendidi soggetti mitologici e venatori, spicca la celebre raffigurazione delle cosiddette "ragazze in bikini", fanciulle in succinto costume che si esibiscono in evoluzioni ginniche e gare, con premiazione delle vincitrici.
   


VIDEO2

  Flash player --> Click here to download

Regione