Flash player --> Click here to download

Stemma
SULLA BASILICATA

Impressioni

    Le onde lievi e azzurre dei mari lambiscono sabbie che lasciano il posto alla vegetazione fino all'entroterra, con colli e valli densi di memoria.
    I rilievi pietrosi naturali si confondono da tempi remoti con l'opera mimetica degli uomini, con i loro scavi di labirinti di roccia, alla maniera delle costruzioni di sciami operosi.
    Tra il vento d'Oriente e quello d'Occidente, si assiste alla fusione di civiltà guerriere e contadine, migrate e avvicendatesi nei secoli: orme di Greci e poi Romani, segni di barbari spazzati da vele bizantine, e ancora torri ed edifici di signori in contesa di feudi medievali, e floride superbe costruzioni di nuovi secoli d'oro.
    Le moli massicce dei castelli, con i loro sigilli nobiliari, raccontano storie oscure di congiurati e di ribelli, nella loro gravità geometrica che si dispiega strategicamente sulle alture.
    Con lo sfondo del cielo, del mare e della terra, spiccano le rovine bianche del mondo antico, dei regni, degli imperi e di altre epoche illustri.
    Tintinnano le armi dei guerrieri di Metaponto, tra voci di spiriti del tempo lontano, che si susseguono in un percorso storico ideale, mostrando tracce di manufatti ed ogni forma d'arte.
    Nelle pitture e nelle sculture di mura consumate, ma ancora erette e sempre altere, rivivono simboli di un mondo di glorie e di splendori, nelle forme mutevoli animate dalla luce.
    Le pieghe verdi e vellutate del territorio si muovono quasi impercettibilmente al vento, come mantelli di fiere addormentate e respiranti lievemente al sole, fino alle spiagge e all'alito della brezza marina, che arriva umido e vivificante come un respiro d'eternità.
   


VIDEO1

  Flash player --> Click here to download

BASILICATA
BASILICATA
DA VISITARE

Museo Archeologico Nazionale di Metaponto

    Il percorso espositivo guida i visitatori attraverso un itinerario storico-archeologico del Metapontino, dalla preistoria al periodo tardo-antico.
    Nelle sale è esposta una notevole collezione di reperti rinvenuti durante gli scavi degli abitati, delle necropoli e dei santuari della zona.
    I manufatti dell'Età del Bronzo mostrano un probabile contatto con la civiltà micenea, mentre all'Età del Ferro risalgono i preziosi reperti della comunità indigena degli Enotri.
    Alla colonizzazione greca risalgono le testimonianze provenienti dal Santuario dell'Incoronata, tra il sec. VIII e il sec. VII a.C., tra cui spicca l'incensiere dell'Incoronata, caratterizzato da un fusto decorato con stampigli ad onde, figure di animali alati e scene di combattimenti.
    Molto interessanti anche il cratere con la rappresentazione di Bellerofonte sul Pegaso ed il monumentale bacino su cui sono riportati a rilievo episodi mitici, dell'Iliade e dell'Odissea.
    La fondazione della colonia di Metaponto, nel sec. VII a.C., risale ai Greci provenienti dalla regione peloponnesiaca dell'Acaia.
    La città raggiunse in breve tempo potenza e splendore, allargando la sua influenza nell'area, fino all'occupazione romana, che ne decretò la progressiva decadenza e la fine.
    La fase di maggior splendore, intorno ai secc. VI e V a.C., è documentata dai reperti ritrovati presso i tre templi cittadini e costituiti da materiale votivo fittile, terrecotte, ceramiche a vernice nera, un bronzetto arcaico di "kriophoros" (portatore di agnello), un arciere in calcare dal tempio di Apollo, e vari frammenti di decorazione architettonica dallo stesso tempio, tra cui suggestive grondaie a testa leonina.
    Una sala specifica è dedicata ai ritrovamenti del santuario presso San Biagio alla Venella, con frammenti architettonici del tempio ed interessante materiale votivo raffigurante divinità femminili della natura.
    L'esposizione è completata dalla presenza di ceramiche grigie ellenistiche, ceramiche sigillate romane ed africane e quelle tardo-imperiali prodotte in Asia Minore, fino a una lucerna bizantina del VI sec. d.C. con decorazione a spirale.
   


VIDEO2

  Flash player --> Click here to download

Regione